Nicola Valentini 2017-11-27T11:57:05+00:00
NICOLA VALENTINI
NICOLA VALENTINIvarious countries

Direttore e fondatore dell’ensemble Dolce Concento, direttore associato dell’orchestra regionale del Friuli Venezia Giulia nota come Mitteleuropa Orchestra, formazione di alto profilo internazionale, Nicola Valentini è uno dei più brillanti e talentuosi giovani direttori italiani.

L’incontro con Ottavio Dantone e con l’ensemble di musica antica Accademia Bizantina di Ravenna, sua città natale, ha segnato fortemente il suo percorso formativo intrapreso fin dalla giovanissima età, suscitando un notevole interesse per la prassi esecutiva barocca. In qualità di assistente di Dantone ha partecipato ad importanti produzioni presso il Teatro alla Scala di Milano, La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Verdi di Trieste, Metropole di Lausanne, Opéra National du Rhin di Strasburgo, Palau de Les Arts di Valencia, Teatro Campoamor di Oviedo, Festival di Glyndebourne e Festival di Salisburgo. 

Ha tenuto concerti in diverse città italiane in qualità sia di direttore che di violoncellista concertatore, dirigendo varie formazioni con strumenti moderni e d’epoca tre le quali: Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro, Orchestra città di Ferrara, Orchestra Toscanini di Parma, Orchestra Sinfonica Principato de Asturia di Oviedo. 

Nel 2012 ha debuttato presso lo Staatstheater Oper di Norimberga con Ezio di Gluck e successivamente ha diretto in Spagna Il barbiere di Siviglia al Teatro Campoamor di Oviedo e al Teatro Jovellanos di Gijòn. Nel 2013 ha inizio la collaborazione con l’Accademia di Bel Canto di Modena, guidata dal celebre soprano Mirella Freni, e nell’anno 2014-2015 ne ricopre il ruolo di direttore musicale. Durante questi anni approfondisce il repertorio operistico e soprattutto belcantistico.

Nel 2014 fonda “Dolce Concento”, ensemble con strumenti antichi volto all’esecuzione non soltanto del repertorio barocco ma anche di quello classico e romantico. Nel 2017 proprio alla guida del suo “Dolce Concento”, debutta al Teatro Claudio Abbado di Ferrara con l’opera Alceste di Gluck ottenendo un grande successo. Il grande favore di critica e pubblico lo ha presto segnalato all’attenzione internazionale, nonostante la giovane età, come esperto conoscitore del linguaggio musicale barocco, classico e belcantistico. 

Fra i suoi prossimi impegni: una serie di concerti con il Maggio Musicale Fiorentino, La Cenerentola a Pamplona nell’ambito della stagione de l’Asociacion Gayarre Amigos de la Opera, concerti all’Opéra de Montpellier con musiche di Schubert, Mozart, Donizetti e Rossini, l’Oratorio Esther di Haendel al Teatro Comunale di Ferrara e lo Stabat Mater di Rossini a Pesaro, Ravenna e Bologna.

Diplomato in violoncello al Conservatorio di Parma, parallelamente agli studi di composizione e di direzione, si è dedicato ad un approfondimento costante dell’interpretazione del repertorio vocale e strumentale del ‘6/’700 sotto la guida di Ottavio Dantone, affrontando pagine di autori noti e partiture inedite, collaborando alla realizzazione di concerti, incisioni, oratori e soprattutto opere.